Un giorno come tanti

locandina

Labor Day
Usa, 2013

Regia: Jason Reitman
Sceneggiatura: dal romanzo di Joyce Maynard “Un giorno come tanti”
Genere: Drammatico sentimentale
Data di uscita: direttamente in dvd dal 18 giugno 2014

CAST
Josh Brolin (
Frank)
Kate Winslet (Adele)
Gattlin Griffith
  (Henry Wheeler)
Tom Lipinski
(Frank da giovane)
Maika Monroe
(Mandy)
Brighid Fleming
(Eleanor)
James Van Der Beek
Tobey Maguire
(Henry adulto)

 

LA TRAMA
Adele e Henry: lei madre depressa fresca di divorzio, lui figlio tredicenne solitario che cerca di farle ritrovare la gioia di vivere. Un giorno, durante le vacanze, Henry si imbatte nel misterioso Frank, un uomo gravemente ferito che chiede un passaggio e dichiara di essere un omicida ricercato dalla polizia. Adele e Henry accettano comunque di ospitarlo in casa e in un  processo che sembra del tutto naturale, Frank pare destinato a diventare il desiderato uomo di casa.

 

IL FILM

Delicato. E’ questo l’aggettivo che meglio descrive Labor Day. Il ritmo è lento, pacato, i personaggi centrali, la tensione degli eventi costante. Manca forse quel lampo di genio, quel guizzo per renderlo davvero un film capace di far emozionare, perché pur raccontando grandi sentimenti e una storia bellissima, sia di amore che di formazione, non coinvolge fino in fondo come avrebbe potuto. E’ bravo però nel disseminare l’intero film di un senso di tragedia imminente, sottolineato dall’angosciante colonna sonora. Gli attori sono bravissimi a rendere reali e autentici i personaggi, da un Josh Brolin che racchiude in sé forza e gentilezza ad una Kate Winslet bravissima nel dipingere la complessa Adele. Alla fine la storia si insinua nella nostra visione e ci si commuove per come i due personaggi si innamorano e rischiano di doversi separare. Peccato che a Reitman, a tratti didascalico, manchi un poco di coraggio nello scavare davvero fino in fondo. Le atmosfere ricordano Little Children di Todd Field, nell’uso di uno stile distante e pacato per rendere meglio le ipocrisie dei personaggi, ma qui avrebbe giovato al film quella frenesia utile a raccontare una grande storia d’amore. Ma per chi apprezza i film dai ritmi lenti, dove la storia è centrale e ricca di tematiche, Labor Day resta un film da vedere, malinconico, ottimamente recitato, che ci lascia un ricordo agrodolce, come la torta preparata da Frank e Adele.

 

IL PERSONAGGIO & L’INTERPRETAZIONE
Adele

Una donna impaurita, depressa, scalfita dagli eventi drammatici subiti nella vita. Madre di un figlio ma anche madre mancata, depressa e profondamente insicura, quasi incapace di sostenere la vita da sola. Profondamente intrisa dalla sua solitudine, l’inaspettata conoscenza di Frank la riporta piano piano alla vita, lei che non riusciva quasi più ad uscire di casa, pronta a mettere in discussione tutto. Una storia d’amore piena di gentilezza, che purtroppo solo alla fine potrà essere vissuta davvero.

Kate Winslet interpreta Adele donandole una fragilità e una dolcezza infiniti. La sua vulnerabilità esce dallo schermo, la paura è negli occhi, il cuore spezzato nel corpo affaticato e tremante. Costantemente insicura, riesce a dare ad Adele uno spettro di emozioni, rendendola reale, complessa, dai sentimenti contrastanti. Un personaggio intriso di tenerezza, debole, eppure pieno e ricco di emozioni. Mano a mano che si innamora di Frank, diventa più sicura, più forte, anche più bella. Kate dona un’interpretazione vibrante, con qualche eco della Sarah di Little Children e della April di Revolutionary Road, in una performance ricca di delicatezza. Le emozioni di Adele e i suoi pensieri sembrano sempre sull’orlo di esplodere, di invaderle il corpo, un corpo che sembra possa spezzarsi da un momento all’altro. Più la storia di Adele si scopre, e più le vogliamo bene, tanto che lo spettatore vorrebbe quasi entrare nello schermo per abbracciarla e sussurrarle che tutto andrà bene. Tra le più belle e intense interpretazioni di Kate,  una caratterizzazione perfetta in un personaggio interpretato con grande autenticità e sensibilità.

VOTO FILM (su 5): 3 1/2 KATE: 4 1/2

 

GALLERIA FOTOGRAFICA


Foto dal set:

 

CURIOSITA’
La scrittrice statunitense Joyce Maynard è l’autrice anche di “Da morire”, diventato film per mano di Gus Van Sant con protagonista Nicole Kidman.

Il romanzo Labor Day è uscito in Italia nel 2010 con il titolo “Un giorno come tanti”.

Il film, un misto tra dramma sentimentale e thriller, è ambientato negli anni ’80. Le riprese sono iniziate nel New England a giugno 2012.

Kate Winslet per il ruolo di Adele ha conquistato la sua decima nomination ai Golden Globe.

L’ennesimo grande film con Kate Winslet a non uscire al cinema in Italia: era già successo con il dramma Little Children, mai uscito nemmeno in dvd.

Kate Winslet e Josh Brolin hanno accettato di fare il film ma Brolin e il regista Reitman hanno dovuto attendere un anno prima che Kate potesse girare.

Josh Brolin ha imparato a fare torte alla frutta e si è immerso così tanto da portarle quasi ogni giorno sul set.

Riprese: giugno 2012. New England.

 

NOMINATION & PREMI

GOLDEN GLOBE 2014
Nomination Kate Winslet Miglior attrice protagonista – Dramma

CHICAGO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL 2013
Nomination Jason Reitman, Premio del pubblico

CINEUPHORIA AWARDS 2015
Nomination Kate Winslet Miglior Attrice – Competizione internazionale

GOLDEN TRAILER AWARDS 2014
Nomination Miglior Film Romantico

HOLLYWOOD POST ALLIANCE, 2014
Nomination Outstanding Color Grading – Feature Film

SOCIETY OF CAMERA OPERATORS 2014
Nomination Operatore dell’anno (Film) P. Scott Sakamoto

 

NEWS

Leggi tutte le news su Labor Day qui.

News del 18/06/2011:

Kate Winslet protagonista di Labor Day di Jason Reitman

Kate Winslet sarà la protagonista assieme a Josh Brolin del nuovo film di Jason Reitman (regista di “Thank you for smoking,” “Juno”, “Tra le nuvole” e del prossimo “Young Adult”), intitolato “Labor Day”. Tratto dal romanzo della statunitense Joyce Maynard (autrice di “Da morire”, diventato film per mano di Gus Van Sant con protagonista Nicole Kidman) in Italia è uscito con il titolo “Un giorno come tanti” nel 2010.

Racconta la storia di Adele (Winslet) e Henry, lei madre depressa fresca di divorzio, lui figlio tredicenne solitario che cerca di farle ritrovare la gioia di vivere. Un giorno, durante le vacanze, Henry si imbatte nel misterioso Frank (Brolin), un uomo gravemente ferito che chiede un passaggio e dichiara di essere un omicida ricercato dalla polizia. Adele e Henry accettano comunque di ospitarlo in casa e in un  processo che sembra del tutto naturale, Frank pare destinato a diventare il desiderato uomo di casa.

Il film, un misto tra dramma sentimentale e thriller, sarà ambientato negli anni ’80 e le riprese si svolgeranno nel New England nel 2012.

Condividi