Kate Winslet e gli oscar, nomination #4: Eternal Sunshine

mp3 indir
Focus on: Academy Awards (Oscar)

2005 Nomination miglior attrice protagonista “ETERNAL SUNSHINE – SE MI LASCI TI CANCELLO”

Clicca qui per vedere l’interpretazione di Kate Winslet in Eternal Sunshine in frame.

TRAMA DEL FILM: Joel è sconvolto dalla notizia che la sua ex-ragazza Clementine si è fatta cancellare dalla memoria il ricordo della loro tumultuosa relazione. Disperato, decide di contattare il dottor Howard Mierzwiak, per subire la stessa operazione. Ma più che il processo va avanti, più Joel riscopre la passione che provava per lei: contro lo studio della Lacuna Inc, tenterà di tutto pur di fermare il procedimento. 

DATE DELLE RIPRESE: 8 gennaio – 2 Aprile 2003
All’inizio degli anni 2000, Kate Winslet si concentra su progetti indipendenti, con ruoli secondari in film in costume (Quills) o ambientati negli anni ’50 (Enigma, Iris). A partire dal 2003 il suo approccio ai ruoli cambia nuovamente, alla ricerca di nuove sfide interpretative (complice forse anche il divorzio da Jim Threapleton e la nuova relazione con il regista Sam Mendes). Conquista il ruolo della giornalista Bitsey Bloom nell’americano e controverso The life of David Gale, interpretando il secondo ruolo contemporaneo della sua carriera (il primo era stato Holy Smoke nel 1999).

La scelta seguente sarà ancora più importante: si mette in gioco con un ruolo completamente nuovo e originale, contemporaneo, multisfaccettato e dinamico. E’ l’indimentabile Clementine di Eternal Sunshine in quello che probabilmente è anche il miglior film della sua carriera. Se Ragione & Sentimento è il film che le permette di consolidarsi come solida interprete di ruoli complessi, Titanic il film del successo, Holy Smoke l’interpretazione fulminante e Iris il film della maturità, allora Eternal Sunshine non può che essere il film della svolta.
Una svolta non solo interpretativa, ma anche professionale. Per la Winslet le porte delle possibilità recitative si spalancano. Non più (solo) film in costume. Non più (solo) ruoli letterari. Clementine, dirà lei stessa, la farà apparire sotto “una nuova luce, più contemporanea”.  Quel pubblico che ancora la ricorda solo come l’interprete di Titanic, grazie al trionfo di Eternal Sunshine scopre finalmente le sue doti di attrice di spessore. D’ora in avanti sarà la minoranza a ricordarla solo come “quella di Titanic”: comincia a farsi un nome sconnesso dal blockbuster, a farsi fan ed estimatori.
E’ una Winslet tutta nuova quella che appare nel film. Libera, sfrontata, aggressiva e vitale come fu la Ruth di Holy Smoke, ma con Clementine dimostra anche insuperabili doti comiche, di cambio di registro, di saper giocare con equilibrio sui toni più disparati, senza perdere mai spontaneità. E’ il ruolo che le cambia la vita: Holy Smoke aveva messo in gioco ruoli anche negativi, Eternal Sunshine apre il gioco a tutti i ruoli possibili, senza più paure. Kate Winslet è ormai, per tutti, un’Attrice con la A maiuscola.

Il 2004 è l’anno di Kate Winslet: complice l’uscita simultanea del dramma in costume – ad oggi l’ultimo della sua filmografia- Neverland (dove la sua performance è all’opposto: misuratissima), la Winslet vive un momento d’oro. Eternal Sunshine le porta un’infinità di nomination e diventerà, nel totale della sua carriera, il secondo film dopo The Reader ad aver ricevuto un tale numero di premi. E non manca nessuno dei più prestigiosi: terza nomination ai Bafta e quarta nomination agli Oscar, Golden Globe e Sag.

UNA CURIOSITA’ SU TUTTE: Nella scena ambientata in treno dove Joel e Clementine si conoscono, la botta che la Winslet dà a Carrey è frutto di una sua totale improvvisazione, cogliendo di sorpresa anche il suo partner come si può vedere nel montaggio finale, diventando una delle scene che Gondry e Kaufman preferiscono del film.

LA SCENA CHIAVE: “Amo questa cucina!” [minuto 02:10]

Kate Winslet e gli oscar, nomination #4: Eternal Sunshine
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *